Archivio per 20/11/2010

Cetto Laqualunque, si sa, è un politico moderno. E mai come oggi il personaggio di Antonio Albanese si avvicina ad alcuni esponenti della politica italiana. Una frase mi ha colpito, tra le risate: “Io sono legittimato dal voto del popolo, io sono uguale a voi. Io ci sarò sempre, e tenete a mente signori miei: qualunque cosa succeda, il mio non sarà un addio, ma sarà un arrivederci. Io ho finito il mio elenco, ma ricordatevi signori: io sono la realtà. Voi siete la fiction”. L’uomo approfittatore, che affascina la gente per il suo disprezzo delle regole, che affabula il popolo ingannandolo e parlando ai suoi più bassi istinti non cesserà mai di esserci. E anche se B. dovesse andarsene, prima o poi ne arriverà un altro. Starà a noi cambiare e capire, per farci trovare pronti, imparando dai nostri errori. Almeno la prossima volta.


Annunci