Lancini non si arrende

Pubblicato: 15/10/2010 da lalbatro in L'Albatro, Politica, Società
Tag:, , , , , ,

Li hanno tolti. Finalmente. Su Il Fatto Quotidiano di giovedì 14 ottobre, a pagina 9 possiamo ammirare una foto che ritrae le vetrate della scuola elementare di Adro, finalmente bonificate dal “Sole delle Alpi” che univa le varie figure di bambino che si tengono per mano. Il preside, i bidelli, alcuni genitori si sono impegnati a rimuovere personalmente tutti e 700 i simboli della Lega che erano stati piazzati – abusivamente – nel complesso scolastico.

Pare che questa storia paradossale abbia da considerarsi terminata, ma non è così: il sindaco Oscar Lancini, che andava fiero dei simboli appesi nella scuola intitolata a Gianfranco Miglio (ideologo leghista), ha subito dichiarato che provvederà al ripristino quanto più presto possibile, dopo aver minacciato di denuncia chiunque avesse operato nella rimozione dei vari “Soli” verdi.

Il suo progetto “alternativo” prevede di piazzare nella rotonda all’ingresso del paese di Adro, un Sole delle Alpi gigante, del diametro di almeno sette metri. La risposta che viene da un membro del Consiglio di Istituto della scuola elementare è che i problemi sono altri, ad esempio il trasloco dell’archivio scolastico dalla vecchia scuola al nuovo edificio. Operazione che presumibilmente si troveranno a compiere i genitori e gli insegnanti stessi.

Intanto Lancini si scontra con la minoranza del suo paese, sulla versione del “giro” di documenti che avrebbero preceduto il posizionamento dei simboli nella scuola: secondo il sindaco già da inizio giugno esisteva una delibera (approvata) che riguardava il collocamento dei simboli sui banchi, e fa notare come non sia mai stata impugnata nel dibattito che è nato circa un mese fa, e che ha portato alla rimozione dei simboli. La minoranza invece asserisce che i documenti contenenti le indicazione sul posizionamento dei simboli sui banchi sarebbero stati resi loro accessibili soltanto alla vigilia dell’inaugurazione della scuola elementare. La minoranza dichiara inoltre che la gestione degli atti è poco trasparente e rispecchia l’interesse del sindaco stesso, che renderebbe pubblici soltanto certi documenti.

Attendiamo il nuovo capitolo…

fonte: “Adro, il sindaco non si arrende: costruirà un enorme Sole delle Alpi” (il Fatto Quotidiano)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...