Archivio per 15/09/2010

Questo breve post è per ricordare la scomparsa di Richard Wright, il tastierista e fondatore dei Pink Floyd, una band che non dovrebbe aver bisogno di presentazioni.

Dopo una breve lotta contro il cancro, due anni fa Richard annullava purtroppo una possibile reunion dei Floyd, che avevano avuto una breve esibizione di nuovo tutti assieme in occasione del Live 8, il 2 luglio 2005.

Due anni fa avevo già fatto il mio ingresso nel mondo magico della loro musica, e mentre le radio passavano Shine On You Crazy Diamond, io pensavo che il modo migliore per ricordare Rick era invece ascoltare The Great Gig In The Sky (“Il Grande Carro Nel Cielo”).

Il pezzo tratto dall’album The Dark Side Of The Moon e firmato unicamente dal tastierista e da Clare Torry, vocalist. È un pezzo sulla morte, singolare, e possiamo sentire una voce che dice, nella parte di pianoforte introduttiva:

« And I am not frightened of dying. Any time will do; I don’t mind.
Why should I be frightened of dying? There’s no reason for it—you’ve gotta go sometime.
»

(Trad.:« E non ho paura di morire. In qualsiasi momento accadrà; non mi interessa. Perché dovrei averne paura? Non c’è una ragione… devi andartene prima o poi »)