Archivio per 05/07/2010

Auto-bavaglio anti-bavaglio“, così titolava domenica 4 luglio la spalla de Il Fatto Quotidiano, di Marco Travaglio. Il giornalista si chiede se è davvero intelligente scioperare il 9 luglio contro la legge bavaglio, non facendo uscire il giorno successivo l’edizione di tanti quotidiani. In effetti la gente andando in edicola il 9 luglio troverà praticamente solo i giornali dell’area berlusconiana, “liberi” di canzonare lo sciopero e commentare le notizie: c’è la possibilità che la Maggioranza, avvertita con così largo anticipo, concentri a giovedì 8 una gran mole di scempiaggini e vergogne? Tanto il giorno successivo non ci saranno i quotidiani critici e opposti a commentarle, e, diciamocelo, in Italia non abbiamo una memoria tanto lunga, un giorno di vantaggio è forse troppo!

Quindi, è davvero la mossa giusta auto-imbavagliarsi per protestare contro il bavaglio?

Io mi trovo d’accordo con l’osservazione di Travaglio, che dice: “non sarebbe meglio uscire tutti in edizione straordinaria, listata a lutto, in forma di dossier con le intercettazioni e gli atti d’indagine più importanti di questi anni che, col bavaglio in vigore, non avremmo potuto pubblicare?

Non sia mai che provando in anticipo il bavaglio, dopo diventi più facile farci l’abitudine…

L’Albatro

Annunci