Quanto ci costa Fede

Pubblicato: 15/06/2010 da montelfo in Aristofane, Informazione, Politica, Società
Tag:, , , , , ,

di Aristofane

L’altro giorno, subito dopo l’approvazione della legge bavaglio in Senato, non so se per ridere o piangere, ho guardato il TG4. Come sempre, non era altro che un penoso teatrino. C’era un uomo (se tale si può definire) che leggeva qualche notizia come voleva lui, farfugliando e dando in pratica del pazzo a Di Pietro, dicendo che l’opposizione non rispetta il dialogo, le regole democratiche. Ovviamente i senatori del PdL sì che la rispettano la democrazia, si sa. Loro sono democratici veri e convinti, rispettano la Costituzione e la legge.

Non dovrei, ma ogni volta che mi capita, mio malgrado, di girare su rete4, mi sorprendo per la pochezza del tg di Fede, del modo in cui (non) dà le notizie (farfugliando, parlando come se fosse al bar), e soprattutto dell’enorme, incredibile  servilismo che dimostra ogni volta. Taroccando, mistificando e facendo parlare solo una parte politica. Ormai siamo abituati a cose del genere, anche se MAI dovremmo accettarle.

Ma quello che forse molti non sanno è che il tg4, come tutta la rete, è abusivo. L’Unione Europea ha stabilito che quelle frequenze dovrebbero essere della televisione Europa7, di Francesco di Stefano. Per l’Europa, infatti, l’assegnazione delle frequenze in Italia non rispetta la libera prestazione dei servizi e non ha criteri di selezione obiettivi. La sentenza europea è la terza a favore di Europa 7 dopo quelle della Corte Costituzionale e del Consiglio di Stato. Ma da anni ormai i governi di destra e di sinistra prorogano la possibilità di Rete4 a trasmettere, violando la legge italiana e quanto stabilito dall’Europa. Quali conseguenze ha tutto questo? La multa che l’Europa ha comminato all’Italia è di 350.000 euro al giorno (dal 1° gennaio 2006, con effetto retroattivo), pari a 130 milioni di euro all’anno.

Fede quindi ci costa non solo in termini di ulcera (che ci viene ogni volta che lo vediamo), non solo in termini di distruzione del buon nome del giornalismo; ma è molto caro anche dal punto di vista strettamente economico. Si potrebbe iniziare da qui a tagliare, invece che far pagare i dipendenti statali. Ma forse è meglio che la gente queste cose non le sappia. O potrebbe incazzarsi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...