di Aristofane

La legge bavaglio ha ottenuto la fiducia al Senato. Il governo Berlusconi ha posto la trentaquattresima fiducia su un suo provvedimento. Un record. Ma è questa la volontà del re: decidere da solo, fregandosene della Costituzione, eliminando la discussione in Parlamento, silenziando le minoranze.

Ma, in questo caso, speriamo che la legge passi nella sua versione peggiore. Così potremo vedere se Napolitano firmerà questa ennesima porcata (come è probabile, visto che ha contribuito a redigerla) e verrà ancora una volta meno al suo ruolo di difensore della Costituzione e rappresentante della Repubblica. E poi assisteremo ad un’altra figuraccia del governo di fronte alla Corte Costituzionale o alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, che sicuramente inceneriranno la legge dopo il ricorso di qualche gudice, giornalista o semplice cittadino.

La disobbedienza civile annunciata da tanti giornalisti ed intellettuali è l’unica reazione possibile. A questo link potete trovare numerosi articoli sul tema, firmati da Saviano, Padellaro, Rodotà, De Magistris, Flores d’Arcais, Travaglio, Giulietti, Barbacetto, Ingroia e molti altri. Sono tutti impazziti, vaneggiano parlando di regime e di violazione dei diritti fondamentali, di impossibilità di svolgere le indagini? Non credo che nessuno, in buona fede, possa dirlo.

Intanto, come sempre, il PD annuncia opposizione strenua e feroce per poi lasciare da soli i senatori dell’IdV ad occupare per una notte l’aula del Senato. Come sempre il partito di Bersani, nel momento più importante, miagola e non fa vera opposizione. E si lamenta perchè perde autorevolezza ed elettori. Forse dovrebbe chiedersi qual è il motivo.

Quindi, avanti, che approvino questa legge bavaglio, salva-criminali, ammazza indagini. Assestino un altro colpo alla democrazia. Ci allontanino dalla libertà. Noi cittadini ci faremo sentire, come già stiamo facendo, ognuno con le armi che ha. Sicuri che, prima o poi, anche questo schifo di regime strisciante, ipocrita e criminale finirà. E noi giovani, in quel momento, noi persone oneste, perbene, volenterose, che abbiamo sopportato e faticato, guarderemo chi prima comandava cadere, e rideremo della loro inevitabile sconfitta.

(Leggi tutti gli articoli di giornalisti ed intellettuali contro la legge bavaglio e guarda il video di Camilleri, Beha, Colombo e tanti altri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...